432 Hz, l’Accordatura Aurea

Thumbnail for 1115196

La accordatura aurea o scientifica si riferisce a una speciale intonazione, storicamente impiegata in alcuni teatri e corti europee, che fissa il la centrale a 432 Hz (hertz). Con i rapporti tra le note determinati in base al temperamento equabile, il do centrale risulta intonato a 256,87 Hz, anziché ai circa 261,62 Hz dell’intonazione standard (con il la a 440 Hz). Se invece si utilizza l’antica scala pitagorica, il medesimo do risulta alla frequenza di 256 Hz.


Il do a 256 Hz è adottato anche in alcuni documenti scientifici per comodità di calcolo: la frequenza dei do di tutte le ottave risulta una potenza di 2 (utile a fini computazionali)[1].
Secondo alcuni, la musica suonata secondo l’accordatura aurea (con il do a 256 Hz) porterebbe benefici misurabili alla salute degli ascoltatori[2]. Molti promotori affermano che esista una relazione tra la centratura a 432 Hz e il fenomeno della risonanza di Schumann[senza fonte].
Tuttavia si deve considerare che, con il do centrale a 256 Hz, un’accordatura basata sul temperamento equabile porta ad avere il la intonato a:
256,text{Hz} times 2^{9/12} = 430{,}54,text{Hz}
(non a 432 Hz), mentre solo l’uso della scala pitagorica fornisce:
256,text{Hz} times frac{3^3}{2^3} times frac{1}{2} = 432,text{Hz}.

FONTE E ARTICOLO COMPLETO:https://it.wikipedia.org/wiki/Accordatura_aurea

FOTO:http://www.lorecalle.it

FONTE: 432 Hz, l’Accordatura Aurea