Astronauta avrebbe visto corpi alieni in un video dopo il crash di Roswell

Thumbnail for 2330149

Un astronauta della NASA avrebbe guardato un filmato del famoso incidente UFO a Roswell, ed avrebbe visto i corpi di alieni morti.

Il defunto tenente colonnello Ellison Onizuka, morto nell’esplosione della navetta spaziale Challenger nel 1986, lo avrebbe rivelato al suo collega Clark C. McClelland.

McClelland, operatore della navicella della flotta shuttle della NASA ha rivelato la loro conversazione in un articolo scritto chiamato “Alien Disclosure From an Astronaut”.

Ad Onizuka sarebbe stato mostrato il filmato di alieni morti da Roswell?

Roswell è stato al centro del tema UFO dal luglio 1947, quando l’esercito ha annunciato clamorosamente in un comunicato stampa di aver trovato i resti di un disco volante precipitato nel deserto.

Ma il giorno dopo, come tutti ormai sapete, hanno ritirato la dichiarazione, dicendo che era in realtà un pallone sonda del United States Air Force.

Più tardi, i testimoni si fecero avanti per dire che avevano visto corpi alieni all’interno della nave che si è schiantata, e questi, insieme con i resti sono stati poi portati nella misteriosa Area 51 in Nevada.

Le teorie del complotto intorno a questi eventi rimangono anche oggi.

Clark C. McClelland

McClelland ha detto di sapere questa storia perchè aveva parlato con Onizuka nel corso di una missione preparatoria di routine alla NASA. Fu sorpreso quando Onizuka gli ha chiesto la sua opinione sulla vita intelligente extraterrestre. Ha scritto:


Ellison Onizuka deceduto nel 1986 nel disastro dell’esplosione dello Shuttle

“(Onizuka) ha avuto una straordinaria esperienza con altri ingegneri di volo aerospaziali e piloti della United States Air Force, circa 8 o 9 anni prima della sua formazione come un astronauta.”
McClelland sostiene che Onizuka descrisse di essere rimasto stupito quando il filmato ha iniziato a mostrare quello che sembrava essere una sorta di sala d’esame medico, con piccoli corpi su una specie di tavolo. Ha poi aggiunto:

“Le strane piccole creature avevano la forma umanoide e sembravano simili a quelle descritte per il presunto caso Roswell dai testimoni, che si è verificato nel sud-ovest degli Stati Uniti nel 1947.

Tutti avevano grandi teste, occhi grandi, torsi, braccia e gambe sottili. Essi non sembrano essere di origine terrestre.”

Secondo McClelland, quando il filmato si è concluso sono tornati ai loro posti di lavoro e non è stata data la possibilità di discutere di quello che era successo.

McClelland afferma Onizuka ha ipotizzato che questo potrebbe essere accaduto per testare la loro psiche per vedere come avrebbero reagito.

Secondo McClelland, Onizuka avrebbe detto:

“Forse questo era un test psicologico previsto dalla United States Air Force per ragioni militari. La NASA potrebbe avermi valutato per la mia selezione come astronauta nel 1978. Forse per vedere quale sarebbe stata la mia reazione dopo aver visto un alieno essere reale?”

La coppia apparentemente aveva accettato di incontrarsi per ulteriori discussioni in futuro, ma poi, l’8 gennaio 1986 Onizuka e altri sei astronauti morirono nel disastro dello Space Shuttle.

Naturalmente, non c’è modo di verificare la veridicità di quanto riportato da McClelland, visto che queste rivelazioni sonouscite dopo la morte di Onizuka.

McClelland è noto per aver fatto altre affermazioni “strane” in passato.

Una volta ha detto di aver visto un alieno da 2,7 metri in tuta spaziale che interagiva con gli astronauti della NASA mentre stava monitorando questo dal Kennedy Space Center di Cape Canaveral, in Florida.

Egli sostiene inoltre di aver visto in un’altra occasione , un UFO sul retro della navetta.

Ma Ryan Sprague, autore di “Da qualche parte nei cieli: un approccio umano a un fenomeno estraneo” è pronto a dargli il beneficio del dubbio.

In un blog queste sono le sue affermazioni circa Onizuka, Sprague ha scritto:

“In tutta la storia della moderna ricerca sugli UFO, ci sono state molte segnalazioni di incidenti e dischi volanti alieni morti inviati verso destinazioni sconosciute. Mentre molti di questi rapporti provengono da testimoni dubbi e non affidabili, ci sono quelle rare occasioni in cui la storia poggia sulle spalle di individui estremamente importanti e altamente credibili.

Tale è il caso di Clark C. McClelland, questo operatore di navicella della flotta di shuttle della NASA.”

Nigel Watson, autore del Manuale di indagini UFO indagini, ha detto a Express.co.uk:

“Altre 1950 persone civili e militari hanno affermato di aver visto filmati o documenti che dimostrano che i corpi di alieni e dischi volanti sono stati recuperati.

Se queste storie e le storie di McClelland sono vere sui filmati che mostrano corpi alieni, questo potrebbe essere stato un test fatto dalla Air Force o di altre agenzie, al fine di scoprire le reazioni che avrebbero avuto gli “spettatori”.

Nel migliore dei casi, si tratta di una storia interessante, ma manca ancora la prova dell’esistenza degli extraterrestri.

a cura di Hackthematrix

tratto da express.co.uk

L’articolo Astronauta avrebbe visto corpi alieni in un video dopo il crash di Roswell sembra essere il primo su Hack the Matrix.

FONTE: Astronauta avrebbe visto corpi alieni in un video dopo il crash di Roswell