BREAKING: 9/11, Compilata la Mappa di Ground Zero, Tracce di Armi Nucleari

Thumbnail for 2294129

Gordon Duff , Jeff Smith e Ian Greenhalgh
veteranstoday.com

Rivelazioni di vitale importanza affiorano dalle indagini 9/11 cosa che non era mai accaduta

[ Nota del redattore : Abbiamo un altro aggiornamento di VT del team 9-11- sulla tragedia del 9-11, il fallimento riprovevole delle nostre organizzazioni governative, la sicurezza, i legali e la stampa di non aver attaccato con forza la favola della commissione 9-11.

I veri colpevoli sono ancora fuori a piede libero, sapendo che hanno un provato con successo un vero modello da ridistribuire in un momento la loro scelta in modo aggiornato. Le anomalie del 9-11 urlano appena fuori di se, ma tutta la nostra struttura di sicurezza sembra essere stata colpita e ammutolita da un’arma spaziale segreta.

Non un funzionario qualsiasi che si alzi in piedi contro tutti, nessuno ha sfidato di segnalazione di VT 9-11. Inclusi i mass media, che, ad oggi, non si sono nemmeno prestati a chiamare “per saperne di più”, e per forse rivedere la loro propria cover-up, o forse dovrei meglio dire insabbiamento.

Ma non sono tutti da biasimare, le istituzioni Americane hanno resistito all’attacco di massa del 9-11, e lo tiene coperto al pubblico , perché altrimenti tenderebbero a pensare che la relazione della Commissione in realtà è una truffa, sicuramente alcuni importanti categorie urlerebbero contro di essa.

Ma Gordon ha la risposta perfetta a questo. E’ una delle sue frasi preferite, “Benvenuti nella realtà di come funziona il mondo.” Sappiamo che i lettori VT , seguono, e vogliono sapere fino in fondo se si sbloccherà e saprà la verità, è il nostro fine … Jim W. Dean ]

____________

– Pubblicato la prima volta … 5 Ottobre 2016 –

Per la prima volta dopo quasi un anno, un investigatore 9/11 ha rivelato informazioni altamente riservate sui reali eventi del 9/11, non un attacco terroristico, ma piuttosto un attacco nucleare contro gli Stati Uniti, non è una sorpresa per tutti noi, ma un attacco che gli Stati Uniti avevano previsto, l’aveva previsto un precedente presidente americano e uno che lo ha volutamente ignorato il Presidente Clinton molto probabilmente facilitato da George W. Bush, che ha certamente il potere di dargli la copertura.

Già nel 1996 addetti ai lavori tra cui l’ex presidente George HW Bush, sapevano che l’America era suscettibile di terrorismo nucleare. Questo è stato “Il vertice della tensione”, proprio come rappresentato nel film, armi nucleari rubate, piantato sotto un bersaglio iconico, ma coloro che sono coinvolti certamente non erano terroristi.

Cerchiamo di essere perfettamente chiari, uno è vedere le notizie di oggi e non il sospetto che gli Stati Uniti che hanno creato e gestito Al Qaeda dall’inizio, ci si potrebbe esercitare con qualcosa di meglio che con un mazzo di carte.

Ciò che cambia le cose ora è che, con l’esclusione del veto di Obama da parte del Congresso la scorsa settimana, l’Arabia Saudita può essere citata per concorso nel 9/11. C’è ed è stato provato il coinvolgimento dell’Arabia Saudita, anche nella limitata falsa narrazione pubblicata nella relazione del 2005 9/11 e presunte “28 pagine” mancanti.

Rapporti reali mostrano che Mohammed Atta, ex responsabile della sicurezza egiziana, con l’intelligence saudita, è stato un pianificatore operativo attivo dal suo appartamento in affitto di Fort Lee. Quel che colpisce è la copertura del Atta , che era sotto sorveglianza mentre era in casa sua, da parte di un team con il compito di indagare sul terrorismo nucleare contro gli Stati Uniti.

Questa squadra, originariamente comandato da un agente speciale dell’FBI John O’Neill e successivamente dall’agente speciale dell’FBI Mike Dick, e che doveva includere lo specialista di armi nucleari Jeff Smith, era di base proprio a Fort Lee, nel New Jersey, non solo per sorvegliare Atta, ma per tenere sotto sorveglianza sia Atta che i suoi complici, che comprendevano le squadre israeliane che hanno utilizzato un Safehouse a pochi isolati di distanza.


Foto trasmessa da Fox News della lista dei ricercati l’agente speciale Mike Dick “armato e pericoloso”, si afferma abbia minacciato di assassinare funzionari dell’FBI.

Questo è il tema della vera indagine e le registrazioni del presente, preso dal Department of Homeland Security, la tiene occultata per rilasciarla dopo 50 anni, raccontare una storia più ampia, che coinvolge Israele profondamente ad ogni svolta, insieme ai traditori al Pentagono .

Quello che possiamo fare ora è aprire le porte a un consulente legale e citare l’Arabia Saudita. Senza ciò che c’è qui, nessun consulente sarà in grado di avere ancora i documenti negati che delinea testimoni e prove e che, secondo il racconto popolare di pura finzione, non esistono.

Se il denaro è l’unica ragione per andare in tribunale, usiamo tutti i mezzi, per citare in giudizio l’Arabia Saudita. Ma se si desidera la giustizia, bisogna dopo citare il loro amico Israele . Abbiamo tutti i loro nomi e tutto il necessario per mostrare la loro complicità.

Ecco quello che oggi è stato aggiunto al racconto, non della versione ufficiale, ma quella basata sulle indagini del 2003. Le seguenti informazioni sono da parte del Dipartimento , “US Department of Energy Preliminary Report on the Events of September 11″, sul rapporto preliminare degli eventi del 11 settembre 2001:

  • Gli edifici distrutti presso il World Trade Center sono stati demoliti utilizzando dispositivi nucleari portati negli Stati Uniti attraverso Teterboro Aeroporto, secondo il rapporto DOE. Le dichiarazioni di Investigatori dicono che “non c’erano che i soli passaporti doganali ad essere compilati dagli equipaggi di volo. Non c’è mai stato alcun controllo fisico del bagaglio o di un aeromobile. “
  • Investigatori della Able Danger monitorano i dispositivi dell’aeroporto e mantengono la sorveglianza di tutti gli interessati fino a quando i registri sono stati sequestrati per ordine di Michael Chertoff.
  • Quando dell’inchiesta nucleare si trasferisce a Fort Lee, c’erano nella località più agenzie della task force federale a sondare le operazioni del gioco d’azzardo dei mafiosi. E’ stata questa l’indagine di cui Mike Dick e Jeff Smith hanno assunto la sorveglianza su Atta, il vicino aeroporto e le squadre israeliane.
  • La distruzione dell’edificio 7 è il risultato di dispositivi nucleari installati in 100 galloni di Halon estinguente in serbatoi collocati in tutto il complesso nel quadro di un programma di aggiornamento dele attrezzature antincendio, secondo il rapporto del US Department of Energy .
  • La società di sicurezza dell’aeroporto di Teterboro, a partire dal 9/11/2001, ha rinunciato a dirigere i carichi illeciti di ogni genere.
  • Donald Trump e la Clinton hanno utilizzato Teterboro ampiamente e mai sono stati esaminati i velivoli né passeggeri sottoposto alla dogana.

Questa è la nuova informazione da utilizzare solo da coloro che conoscono la verità dietro 9/11.

Mentre gli attentatori con il camion del Mossad 9/11 che hanno messo migliaia di chili di esplosivo sul ponte George Washington che doveva essere disinnescato e rimosso sono stati autorizzati a tornare in Israele, questi cinque ‘israeliani danzanti’ erano stati arrestati diversi mesi prima di tornare in Israele, dove sono apparsi in televisione ed ha ammesso che erano stati inviati per documentare la distruzione del WTC. Il piano del Mossad è stato quello di dare la colpa ai palestinesi:

____________

La storia comincia:

Nel maggio 2014, VT ha ricevuto i file reali della indagine 9/11 da parte del Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti. Per coloro che non sono a conoscenza, il DOE produce armi nucleari sotto l’apparenza innocente di un nome dal suono di pubblica utilità.

A lavorare con loro, a partire dal 9/12, è stata l’Agenzia internazionale dell’energia atomica, che fa parte delle Nazioni Unite, i cui investigatori erano a New York, presso le Nazioni Unite in quel fatidico giorno. Hanno preso i loro contatori Geiger, indossato il casco giallo e la loro “Con Ed” (della società elettrica per la città di New York) il badge di identificazione, giubbotti gialli e hanno iniziato a monitorare le tracce di radiazioni ionizzanti e a prelevare campioni di suolo.


Pericolosi documenti Abel Danger sui cittadini israeliani arrestati il ​​9/11. In collegamento con la Florida e connessi con Jeb Bush.

Intenso background

La storia è iniziata con la proliferazione nucleare, presumibilmente da parte di Israele, ignorato dall’amministrazione Clinton. Vedete, durante il surriscaldamento dei rapporti tra Stati Uniti e Russia, accordi START (Trattati di Limitazione Armi Strategiche) hanno costretto gli Stati Uniti a smantellare migliaia di testate nucleari.

Quelli che sono state smantellate furono quelle più vecchie con nuclei di plutonio convertitisi in misura pericolosa al PU240. Queste armi sono state messe fuori scorta, in base alla data di fabbricazione dei nuclei. C’erano diverse ragioni per questo:

  • Le più vecchie, con maggior decadimento del nucleo di plutonio.
  • Il nucleo sarebbe stato rimosso e accumulato per una potenziale rigenerazione, si asserisce al nucleo dello stesso lotto (cioè “2 mag 1984 HANFORD 7”) che rappresenta una riserva pronta da riconfigurare e tornare in servizio.
Vedete, queste liste, con nuclei abbinabili, sono caduti nelle mani di un alleato americano, Israele. Poi i nuclei cominciarono a scomparire dalla struttura di smontaggio e stoccaggio Pantex a Amarillo, TX, non caso, ma a coppie associate, confermano che queste liste segrete erano state compromesse, o erano state fate valere dalla nostra fonte, e che Tom Countryman, ha avuto accesso alle liste, e le ha girate a Israele.


uffici George HW Bush, Memorial Drive, Houston TX

L’ex presidente degli Stati Uniti, George Herbert Walker Bush, dai suoi uffici sul Memorial Drive a Houston TX, ha assunto una squadra di investigatori per esaminare ciò che William (Bill) Jefferson Clinton non avrebbe fatto, forse a causa della sua posizione compromessa dal vis-a-vis con Monica Lewinsky o per qualche altra lacuna.

Bush ha assunto l’agente della CIARoland Carnaby , il fisico e ispettore AIEA Jeff Smith, è stato aiutato da John Wheeler III, consulente della Casa Bianca e, con l’FBI, John O’Neill.

Carnaby è morto, colpito dalla polizia durante un blocco del traffico a Houston. Smith, con VT oggi, è sotto ordine di mantenere il segreto dal grand jury Houston 9/11 , si trovano così tante prove, create da Michael Chertoff e John Ashcroft, incaricato da Bush (43) a terminare eventuali o potenziali prove proficue all’inchiesta 9/11 .

John Wheeler è stato trovato in una discarica di rifiuti nel Delaware e John O’Neill morì il 9/11.

Quando il loro rapporto è stato reso pubblico, il team ha pubblicato le fotografie altamente classificate che mostrano il cratere nucleare enorme con turbinii di roccia di granito fusa. La prima esplosione nucleare ha trasformato il deserto del Nevada in vetro. Il carburante di un Jet non può fare questo, e non lo può fare nemmeno la nanotermite.

“Aggiungete a tutti questi segni, il metallo fuso sulle impronte del WTC 1, 2, e 7 e per tre mesi non poteva essere spento con acqua e il suolo si modificava quotidianamente consumava cemento, acciaio, vetro, combustibili d’ufficio. La crescente incidenza di tumori da radiazioni dei soli residenti è un altro segno rivelatore di un “evento” nucleare. C’erano anche fotografie aeree di “getti e sbuffi” di vapore che sono stati versati da grate di strade due e tre isolati a sud del WTC, o Ground Zero.

“Poi c’è la straordinaria alta temperatura (800-1.300º F (426-705°C) il calore sulla superficie delle WTC dopo il 9/11. E’ stato registrato il 16 settembre 2001 da telecamere termiche sensibili della NASA con fotografie aeree scattate a 6.500 piedi. Tali dati sono stati riflessi dal periodo insolitamente lungo, 11 settembre – 19 DICEMBRE, impiegato per estinguere le piscine di metallo fuso nei piani interrati di tutti e tre i grattacieli. In realtà, il più caldo della superficie sui luoghi registrati sul “palo” entro il 16 settembre erano WTC 1 (1,376º F), WTC 2 (1,1340º F), e WTC 7 (1160ºF) “.

“I piedi e dita si scaldavano in tal modo da diventare intollerabile. Questo calore è stata anche una preoccupazione per i cani di ricerca e salvataggio utilizzati nel sito. Molti non sono stati riforniti con stivaletti protettivi. Più di uno ha subito lesioni gravi e almeno tre sono morti durante il lavoro a Ground Zero “.

Invece di cessare il calore entro una settimana, come è generalmente il caso di grandi incendi, i livelli di calore astronomicamente elevati sono rimasti per tre mesi . Cleanup vendor Bechtel Corporation, con 40 dipendenti presso il Palo (la base della torre) – ha rilasciato questo commento sulle condizioni di lavoro:

Il mucchio di detriti a Ground Zero era sempre tremendamente caldo. Misurazioni termiche prese in elicottero ogni giorno hanno mostrato temperature sotterranee che vanno da 400ºF a più di 2.800ºF. La superficie era così calda che stare in piedi troppo a lungo in un punto ammorbidiva (e fondeva) le suole delle nostre scarpe di sicurezza “.

Continua …

Il team di Houston assunto da GHW Bush ha iniziato a tracciare i box nucleari mancanti, il loro numero è di oltre 300. Hanno trovato enormi discrepanze di conservazione dei dati tra registri di smantellamento militari e le registrazioni di trasferimento DOE. Nessuno è abbinabili o addirittura andato vicino all’altro dato. La maggior parte delle annotazioni sono state perdute.

Più di un migliaio di box potrebbero essere scomparsi, ma 350 è il numero confermato e segnalato all’ex presidente GHW Bush dai suoi investigatori nel 1998. Sono stati rintracciati e hanno lasciato l’impianto Pantex su un camion frigorifero e sono stati trasferiti in uno stabilimento di fertilizzanti a West TX.

Nel 2013, questa struttura ha subito un incidente catastrofico.

Durante le indagini dei box mancanti, Jeff Smith li rintraccia dal porto di Houston alle Isole Canarie e proseguono alla nazione africana Mauritania dove sono stati immagazzinati in una miniera di ferro controllata da estremisti sudafricani che lavorano a stretto contatto con Israele.

Questi stessi sudafricani, nel 1975, hanno firmato un trattato con Israele per sviluppare armi. Il 22 settembre 1979 hanno fatto esplodere la loro prima arma nucleare, al largo nell’isola St. Edwards a sud di Città del Capo. Essi hanno inoltre sviluppato molte armi da guerra chimiche e biologiche sotto la guida di un certo dottor Walter Basson, un cardiologo, che ha sviluppato alcune delle armi biologiche più pericolose che l’uomo conosca.


Walter Basson, un bianco ripulito dal processo di riconciliazione

Il Sud Africa ha sviluppato 10 bombe nucleari tipo Hiroshima (tipo d’arma) fino a quando il programma è stato smantellato, a partire dal 1991, sotto la supervisione del Dr. David Kelly e il suo giovane assistente, David Cameron. Kelly è stato successivamente trovato morto un sospetto suicidio mentre Cameron si è trovato, più misteriosamente, a governare la Gran Bretagna come primo ministro.

Questa “ratline” è uno lungo utilizzato dai “Signori della guerra” Victor Bout, fotografato sotto con VT editorialista Dmitri Khalezov (ex investigatore nucleare russo) sullo sfondo.


Bout, a destra davanti, dietro Khalezov

Questo è il modo in cui gli arsenali nucleari di una mezza dozzina o più di stati non nucleari come l’Arabia Saudita, Taiwan e Corea del Sud sono venuti in esistenza.

Uno degli investigatori era stato a New York per qualche tempo. Viveva a Fort Lee, nel New Jersey.

Il team originale era stato guidato da John O’Neill, che era stato incaricato della caccia a Osama bin Laden, ma, così facendo, si era imbattuto in qualcosa di molto diverso in corso, qualcosa che ha imparato durante il lavoro in Yemen. Crediamo che venne a sapere che bin Laden aveva viaggiato dentro e fuori gli Stati Uniti, qualcosa già confermato, e che fino al 9/11, bin Laden è stato attivamente impiegato dalla CIA.

Non ci sono registrate attività di O’Neill a lavorare con Able Danger a Fort Lee, nient’altro che il contatto diretto con i suoi colleghi in quella assegnazione che sostengono fu sbattuto fuori, pubblicamente accusato di collocare fuori posto informazioni classificate, successivamente recuperate.

Le domande sopravvivono, come ad esempio perché non c’e alcun tentativo di affrontare la minaccia nucleare? C’era stata in una vecchia storia intorno la fine degli anni 1990 che Israele aveva immagazzinato materiale nucleare, forse armi uguali, a quelle del suo consolato a New York. Nel 2007/8 questa storia cominciò a girare su Internet, ma mai nella relazione del 9/11.

Questo si sa

Sappiamo che i dispositivi nucleari specializzati adatti per l’uso in questo tipo di scenario era stato progettato da un team presso il Los Alamos National Laboratories, armi che hanno lasciato poca o nessuna radiazione residua a meno che, come è stato il caso dopo il 9/11, l’acqua è stata versata su Ground Zero per raffreddare i massicci incendi sotterranei causati dall’acciaio fuso mescolato con granito liquefatto sotto forma di magma, che persisteva fino al gennaio 2002.

Non siamo stati in grado di confermare che questa squadra fosse parte della cospirazione nucleare, ma abbiamo confermato che il leader della squadra è stato un sostenitore primario dell’assurda teoria sulla “nano-termite” usata per detonazione.

Sappiamo anche che un gran giurì di stanza a Houston zittisce attivamente tutti i soggetti coinvolti in Able Danger, che essendo i pochi ad essere sopravvissuti alla serie di “incidenti” e altre disgrazie. Tutti sono sotto la ricatto-minaccia di reclusione in violazione del Patriot Act se le informazioni della complicità del governo USA sul 9/11 viene rivelata.

Un aspetto fondamentale e altamente confermato di questa storia è l’arsenale nucleare americano devastato. Tale documentazione è “là fuori”, come testimonia l’uso di armi nucleari da parte di Israele, degli Stati Uniti e altri su quasi due dozzine di volte dal 1945, secondo fonti di alto livello presso l’Agenzia internazionale per l’energia atomica.

Continuare a scavare più a fondo su Fort Lee è il viaggio verso l’altro lato dello specchio:


Mappa del sito degli arrestati il 9/11 come riportato da CBS e CNN, a pochi isolati dagli uffici investigativi della Able Danger

Gordon Duff e Jeff Smith, Editor


Fort Lee, dall’introduzione clandestina di materiale nucleare al triumvirato composto “danzanti della morte”, squadra dell’FBI, del Mossad e Atta

_________________________
“Ancora una volta giù per il Sentiero Dorato”

Fort Lee, nel New Jersey, ha giocato un ruolo chiave il 9/11. Facciamo la mappatura, utilizzando Google Earth, alcuni degli incidenti coinvolti nel presentare una risposta razionale per la cover-up, sia la versione del governo e il dilettante “aftermarket“- la versione di grado B. Se non avete guardato l’intero video, si prega di farlo ora.


Con “Art Student” si intende “squadra per armi nucleari”

George Washington Bridge

Tutte le strade principali dentro e fuori di New York dovevano essere distrutte il ​​9/11. Erano queste squadre, portate da Israele che hanno incluso nel gruppo Mohammed Atta, è confermato come direttamente legato sia alla CIA che ai servizi segreti egiziani, che erano sotto sorveglianza da una task force combinata coordinata con le forze dell’ordine locali.


Panoramica di Fort Lee

Così, quando migliaia di chili di esplosivo sono stati collocati all’interno dell’ancoraggio del cavo, i team sono stati inviati a disattivare questi dispositivi non appena l’attacco al World Trade Center è iniziata.


George Washington Bridge New Jersey ancoraggio del cavo dove migliaia
di chili di esplosivi ad alto potenziale sono stati disinnescati e recuperati

Contestualmente per il taglio dei cavi, approntano un camion con una enorme bomba, come descritto nei rapporti delle notizie CBS e CNN che intercettano la radio della polizia, era quello di far esplodere (come sentito, la polizia ha riferito questo camion da far esplodere), demolire la carreggiata supportata, quindi far cadere il ponte “come una roccia,” nel fiume Hudson.


Carreggiata supportata, dal George Washington Bridge

Nascoste le armi nucleari per abbattere l’edificio 7

Come nascondere una bomba nucleare in un alto edificio: basta farlo sembrare un serbatoio dell’estintore Halon.

Il Tunnels

Sia l’Holland che il Lincoln Tunnels dovevano essere demoliti il 9-11. Abbiamo solo una conferma d’arresto nel lato di Manhattan. Blocchi stradali della NYPD presso il Lincoln Tunnel ha inseguito un furgone che ha fatto una rapida inversione a U per evitare l’arresto. Due sospetti sono stati arrestati con le armi e un camion carico di esplosivo.

Il commissario di Polizia Bernie Kerik, recentemente rilasciato dal carcere, era sulla scena con il suo personal Counter Terrorism Squad per prenderlo in custodia. Non sono mai stati più visti da allora.


I fuggitivi dei Tunnel, arrestati dopo l’inseguimento della polizia

Ruolo delle Locali cellule terroristiche

In attività locali Inserite, alcuni con collegamenti diretti con l’ucraino della “mafia Kosher” o

1. I veicoli per trasportare esplosivi

2. L’accesso alle strutture, Transit Authority, con mezzi e personale per l’impianto esplosivo

3. La cooperazione con la sicurezza del condominio/co-op locale garantendo il libero accesso ai tetti

L’indagine Able Danger, anni più tardi, il personale sventrato dai tagli e ricatto di Clinton , ha rintracciato una grande operazione di terrore a Fort Lee, nel New Jersey. Ci hanno trovato la CIA, il Mossad e l’intelligence Saudita insieme a squadre operative, furgoni in movimento, “studenti d’arte“, (cds Con “Art Student” si intende “squadra per armi nucleari”) e anche un paio di “ballerini israeliani” ….


Il Mossad Safe House Dove dicono i federale è stato progettato il 9/11

I gruppi “ballerini di studenti / arte” avevano una varietà di compiti tra loro il 9/11. Tutti tranne una squadra sono stati rimandati in Israele dopo essere passati dall’Arabia Saudita. Questa è stata la presunta “famiglia bin Laden”, per cui Bush ha ordinato un aereo speciale.

Non ci sono stati membri della famiglia bin Laden negli Stati Uniti, ne Osama bin Laden che era nella lista ufficiale dei terroristi da molti anni prima del 9/11, una storia a sé:

  • Scarico di armi nucleari a Teterboro
  • Trasporto di armi nucleari nelle posiszioni di Ground Zero
  • Preparazione del camion-bomba per il George Washington Bridge, e il Lincoln e Holland Tunnel e il cavo di volta del GWB
  • Piantare emittenti di disturbo su edifici esposti per bloccare l’Autorità Portuale di spedizione e radio di prima risposta
  • Esplosivi pianta sul lato del New Jersey del ponte George Washington, dove sono ancorati i cavi, al fine di far crollare il ponte
  • Coordinare Mohammed Atta e il suo gruppo con l’intelligence saudita

Tre sedi delle emittenti di disturbo sono mostrate di seguito, due di quelle piantati sono stati recuperati dalla FCC e sono tenuti in evidenza a Houston, Texas in attesa che il Grand Jury ” nell’attesa fino a quando si blocca l’inferno” riconvoca Able Danger e 9/11.


FBI Sat Dall’altra parte della strada, tutto sul 9/11 pianificazione di audio e video soppresso

Molti ricordano le storie di come le radio dei vigili del fuoco non hanno funzionato e come nuove radio si sarebbero prese cura del problema. Questa è la vera ragione dei problemi di radio.

Le posizioni su questa mappa sono state fornite da Jeff Smith che ha lavorato presso la sorveglianza della safe house e presso l’ufficio dell’FBI sopra indicato. La safe house nella Tom Hunter Road è stata collocata strategicamente per tenere traccia del noleggio Mossad degli “studenti d’arte” più in alto della Tom Hunter Road e dall’altra parte della strada.


“Crash pad” di Mohammed Atta 5 minuti a piedi dai suoi gestori

Mohammed Atta ha vissuto al 215 Main, a quattro isolati sopra, a pochi passi della struttura di Israele, con obiettivo le emittenti di disturbo e il ponte. Era di fronte al parcheggio dalla Autorità Portuale (220 Bruce Reynolds Road), che era all’interno di un “golf shot” degli uffici di indagine dell’FBI.

E’ stata l’Autorità Portuale che ha scelto la società di sicurezza che gestisce l’aeroporto di Teterboro, e che attraverso carichi contenenti dispositivi nucleari, non solo i camion per sotto le torri gemelle, ma anche quelli degli estintori ad halon che hanno messo, giù nell’edificio 7.


Emittenti di disturbo sui grattacieli come è visto dal Parcheggio FBI / Able Danger

Il vero scopo dell’attacco 9/11 era molto più che abbattere le World Trade Center. Immaginate New York City, con il WTC “evaporato”, il ponte George Washington crollato nell’Hudson, i Tunnel Lincoln e Holland allagati, centinaia di annegati e la città del tutto tagliata fuori e in modalità di completo panico mentre la polizia e le radio dei vigili del fuoco sono bloccate.

Ci sono stati altri attacchi sventati a Washington ? Obiettivi come La Casa Bianca o il Capitol Building? Potrebbe essere dichiarata la legge marziale? O Peggio?

Alla fine abbiamo convinto il Department of Homeland Security. Questo mi ricorda il libro di Len Deighton, SSGB, una storia immaginaria in Gran Bretagna con Scotland Yard, che lavora per le SS tedesche e dopo l’invasione con di Hitler ha successo nel Regno Unito. Abbiamo ottenuto il DHS dopo aver perso una guerra con l’AIPAC. Non si può fare questa roba!

____________

VT chiede che gli agenti che hanno arrestato i “sospetti” di Israele con le “migliaia di chili di esplosivi” (CNN) o che sono stati catturati “, come il furgone da far esplodere” di farsi avanti.

Chiediamo inoltre che tutti i testimoni del 2° piano a cui è stato permesso di uscire fuori dagli Stati Uniti quel giorno di farsi avanti, per confermare che portava in “uscita” la squadra israeliana, inclusi quelli di cui sopra che sono stati catturati. Sappiamo chi ha autorizzato il piano di lasciare il paese, un aspetto fondamentale del funzionamento, comprese le forze dell’ordine NY City il eseguito di alcuni trucchi di magia, di quel giorno.

________________________

Fort Lee

Fort Lee è il vero banco di prova per 9/11. E’ stato scelto per una buona ragione. I rapporti di notizie su 9/11 sono stati eliminati dagli archivi, elenchi di terroristi catturati poi rilasciati agli ordini dei funzionari di New York e della Casa Bianca e volati fuori dal paese sono andati via. La polizia che ha fatto gli arresti, e registrati sopra, sono in una fase di ordine improvvisati.

Inoltre, una vasta rete di sostegno è coinvolta nella preparazione, pianificazione e supporto degli attacchi di 9/11, compresi i molti attacchi infruttuosi, non solo stanno godendo la loro libertà, alcuni sono tra i più potenti americani.

Come detto, il 9/11 inizia a Fort Lee, nel New Jersey.

La comunità nel “condominio e co-op” vi è la sede di uno dei più grandi e politicamente potenti gruppi in America “Prima Israele”, tra cui i membri chiave della nota organizzazione , JINSA, l’Istituto Ebraico per gli Affari di Sicurezza Nazionale , nota per essere più influente di PNAC (Project for a New American Century) e di gran lunga più militante.

Un esame di JINSA dimostra che è organizzata in cellule come un gruppo terroristico.

E’ una sorpresa che il George Washington Bridge, punto di riferimento primario di Fort Lee e il “panorama” ricercato dagli abitanti dei grattacieli scelti per piantare i disturbatori radio, fosse prevista per una drammatica demolizione il 9/11 , con centinaia di veicoli pendolari programmati ad affondare nel fiume Hudson?

Mafia a Fort Lee

Dal 1930, Fort Lee è stata una “città della mafia , ” con gli inizi della “Murder Inc” e la banda Albert Anastasia e Joe Adonis. Tutto è iniziato quando il sindaco di New York LaGuardia ha ghettizzato la marmaglia di New York. Il nuovo ponte George Washington ha fornito una casa per la mafia a Fort Lee con i club di gioco d’azzardo che costeggiano il Palisades (ripide scogliere) su entrambi i lati del ponte GW.


Il famoso Riviera Night Club visto dal ponte George Washington

La caduta del comunismo ha visto la criminalità organizzata russa / ucraina trasferirsi nel New Jersey, e stabilirsi a Fort Lee (vedi Appendice I). Il gruppo Il Taiwanchik-Trincher è un amalgama di gruppi israeliani / ucraino / cipriota operano nel settore del gioco d’azzardo illegale in tutti gli Stati Uniti, con legami con il gruppo finanziario Romney / Bain. Da un atto d’accusa in tribunale federale di Manhattan:

“L’Organizzazione Taiwanchik-Trincher (la” Organizzazione “) era un’impresa criminale con forti legami con la Russia e l’Ucraina. L’impresa operato un high-stakes (posta in gioco), sport illegale gioco d’azzardo business fuori di New York City che ha approvvigionato principalmente per oligarchi russi che vivono in Ucraina e Russia. Tra il 2006 e aprile 2012, l’impresa ricicla circa $ 100 milioni di proventi dalla loro operazione di gioco in Russia e Ucraina attraverso società di comodo e conti bancari a Cipro; e di questi $ 100 milioni, circa $ 50 milioni erano successivamente inviato da Cipro negli Stati Uniti. Una volta che il denaro era stato trasferito negli Stati Uniti, dopo essere stato riciclato attraverso società di comodo venivano aggiunti o trasferiti in investimenti legittimi, come gli hedge fund e immobili.

L’Organizzazione Taiwanchik-Trincher opera sotto la protezione di Alimzhan Tokhtakhounov, che è conosciuto come un “Vor”, un termine (russo) tradotto come “ladro nella Legge“, che si riferisce ad un membro di un gruppo selezionato di criminali di alto livello della ex Unione Sovietica. Tokhtakhounov il sovietico è anche sotto accusa nel distretto meridionale di New York per il suo presunto coinvolgimento nel corrompere i funzionari alle Olimpiadi invernali del 2002 tenutosi a Salt Lake City, Utah. Tokhtakhounov è un fuggitivo ed è ancora ricercato “.

Tratto da SaDefenza

L’articolo BREAKING: 9/11, Compilata la Mappa di Ground Zero, Tracce di Armi Nucleari sembra essere il primo su Complottisti.

FONTE: BREAKING: 9/11, Compilata la Mappa di Ground Zero, Tracce di Armi Nucleari