Chi era l’attentatore di Londra

Thumbnail for 2356138

Khalid Masood, 52 anni era un cittadino britannico nato con il nome di Adrian Russel. Aveva avuto diverse condanne per aggressione, ma nessuna per reati di terrorismo

Un’eliambulanza atterra in Parliament Square dopo l’attentato a Londra. Credits: Reuters

L’uomo che ha realizzato gli attentati di Londra ha un nome. Khalid Masood, 52 anni, è nato nel Kent, regione a sud-est di Londra. Ha vissuto in diverse località dell’Inghilterra prima di stabilirsi a Birmingham dove viveva. La sua identità era stata tenuta nascosta nelle ore immediatamente dopo gli attentati per non compromettere le indagini.

Era noto con diversi nomi e aveva ricevuto diverse condanne anche se non per reati connessi al terrorismo. Come confermato dalla premier britannica Theresa May, l’uomo era noto ai servizi segreti britannici ma il suo ruolo era considerato marginale.

Secondo il capo dell’antiterrorismo britannico, Khalid Masood si chiamava in realtà Adrian Russel. Il quotidiano Daily Mail riferisce che era cresciuto solo con la madre nella città costiera di Rye e si sarebbe poi convertito all’Islam scegliendo di cambiare nome.

Altri media riportano la notizia che Masood dicesse di essere un insegnante di inglese sposato con tre bambini, con l’hobby del bodybuilding. Non c’è certezza sulla sua reale occupazione.

“Masood non era oggetto di alcuna indagine e non c’erano indizi sulla sua intenzione di organizzare attentati terroristici. Tuttavia era stato condannato per aggressione, possesso di armi e offese a pubblico ufficiale”. La prima detenzione risale al 1983 mentre l’ultima al 2003.

Mark Rowley, funzionario di polizia per l’anti-terrorismo ha detto che Masood sarebbe stato ispirato dal terrorismo internazionale. Alcuni vicini di casa hanno riferito di averlo visto insieme a un bambino di 5-6 anni e una donna asiatica che viveva con lui.

Secondo una fonte governativa statunitense, non ci sono elementi per sostenere che Masood si sia radicalizzato durante viaggi all’estero. Tuttavia, aveva contatti con persone intenzionate a partecipare alla lotta jihadista.

Masood ha noleggiato l’automobile con la quale ha investito diverse persone sul ponte di Westminster a Birmingham, dalla società Enterprise Spring. Probabilmente aveva in affitto un appartamento in quella zona.

Il giornale britannico The Sun ha riferito che Masood avrebbe dormito in una stanza di albergo a Brighton la notte prima dell’attentato.

Fonte: The Post Internazionale

FONTE: Chi era l’attentatore di Londra