Esercitare la volontà

Thumbnail for 164001
Tutti conosciamo i benefici dell’esercizio fisico per il nostro corpo. Tutti, altresì, sappiamo quanto sia importante, al fine di ottenere progressi e risultati duraturi, l’esercizio costante e non saltuario, pena la perdita dei progressi già fatti. Ma, come tanti ormai sanno, il solo esercizio fisico non basta all’evoluzione della persona.
Per completare il lavoro corretto su di se occorre anche l’esercizio mentale, il lavoro sulla propria mente, la Presenza costante sulle proprie emozioni. In altre parole, oltre al lavoro fisico occorre il lavoro psichico e animico. Solo così si potrà dire di lavorare su di se in maniera reale e completa.
Sia il lavoro fisico che quello psichico necessitano di VOLONTA’. Senza una volontà volta al miglioramento di se, scarsi o nulli saranno i risultati in termini di progressi sia in campo fisico che spirituale. Tuttavia non basta avere volontà affinchè i progressi arrivino. La volontà, oltre ad averla occorre ESERCITARLA. Essa, infatti, al pari di un muscolo va tenuta in costante esercizio se si vogliono ottenere cambiamenti ed uscire dallo stato di torpore nel quale versa la maggior parte della razza umana.

Non si dev’essere troppo duri con se stessi. Basta cominciare il lavoro su di se a piccoli passi, con pazienza ma in maniera DECISA E PROGRESSIVA. La costanza è tutto se si vogliono ottenere dei progressi a lungo termine. Esercitare la volontà significa anche trasformare il pensiero che ci fa desiderare il cambiamento in AZIONE MIRATA alla sua realizzazione.
Non si può volere senza agire, sarebbe solo teoria senza progresso alcuno se non a livello teorico e intellettivo. Per ottenere i cambiamenti del proprio modo di pensare e poter progredire in maniera reale occorre agire in direzione dell’obiettivo programmato.
Per esercitare la volontà occorre avere degli obiettivi. Senza un corretto focus sugli obiettivi, non si potranno raggiungere risultati per il semplice fatto che si andrebbe avanti senza una direzione prefissata.

E’ proprio come quando ci si allena in una disciplina sportiva o si vuole fare carriera nel lavoro. Anche in questi ambiti occorre, infatti, avere le idee chiare. Senza idee chiare si rischierebbe di disperdere energie preziose girando in tondo senza mai approdare a nulla. Lo stesso vale per quanto riguarda il lavoro su di se.

Anche nel campo spirituale e per ciò che riguarda la Presenza Mentale, bisogna avere le idee chiare, fissare dei punti di riferimento, dei capisaldi sui quali fare affidamento in caso di dubbi o paure. La volontà è il motore delle nostre azioni, il focus sull’obiettivo il carburante che ci porterà a destinazione.

Cominciate da domani ad esercitare la vostra volontà concentrandovi su piccoli obiettivi. Potete, ad esempio, cominciare col sistemare la vostra stanza se non lo fate da secoli e continuate a rinviare o, ancora, decidendo di eliminare il vizio del fumo se lo avete. In generale, ponetevi degli obiettivi alla vostra portata.

Non esercitate la volontà in maniera tale da causare un rifiuto, da parte vostra, nel continuare il percorso intrapreso. Se siete delle persone che tendono a giudicare in maniera eccessiva gli altri e se stessi, cominciate con l’osservarvi mentre lo fate. In questo modo eserciterete la volontà in direzione dell’autosservazione.
Piccoli passi COSTANTI che vi condurranno a grandi traguardi. La COSTANZA è tutto. Quando non vi sentite di andare oltre il traguardo raggiunto fino a quel momento, contentatevi di conservare i risultati già raggiunti e riposatevi senza sforzarvi in maniera eccessiva.
Col tempo e la costanza diventerete delle persone nuove, più consapevoli di se e più pazienti. Attraverso l’esercizio costante della volontà imparerete cose nuove su di voi e sul mondo che vi circonda, ciò grazie anche all’autosservazione e alla Presenza Mentale costante.
Buona pratica!
Vincenzo Bilotta

FONTE: Esercitare la volontà