Il mistero della Tomba dei Giganti di S’Ena e Thomes

Thumbnail for 1037091
Sepolcri misteriosi in Sardegna
Di Anna Maria Ciorba
Anche la Sardegna conserva uno dei misteri più affascinanti d’Italia: la Tomba dei Giganti di S’Ena e Thomes, uno degli esempi più suggestivi e più intriganti. Secondo la leggenda, in questi antichi sepolcri sarebbero seppelliti uomini giganteschi, alti fra i 3 e i 7 metri. Il luogo è assolutamente magico e surreale. La tomba è un monumento età nuragica che si presenta possente e maestosa, molto simile a come doveva essere migliaia di anni fa. La sua stele, perfettamente in piedi, è alta tre metri e mezzo e sembra essere stata scolpita pochi giorni fa. Realizzata completamente in granito, l’esedra (il semicerchio che probabilmente disegna le corna di un toro) ha una larghezza superiore ai 10 metri e la sua stele centrale è alta quasi 4 metri e pesa circa 7 tonnellate. Queste dimensioni ciclopiche fanno ben capire il perché i monumenti funerari dei nuragici siano stati chiamati “Tombe dei Giganti”. Quello che sorprende è però l’orientamento astronomico della tomba. La maggior parte delle Tombe dei Giganti hanno l’esedra orientata a Sud-Est, cioè la direzione dell’alba durante il solstizio d’inverno. La Tomba dei Giganti di S’Ena e Thomes è invece orientata a Sud, forse in relazione con il tramonto del solstizio d’estate. Ma c’è di più. Una ricerca di tre studiosi dell’Osservatorio Astronomico di Brera (L. Marchisio, A. Manara e A. Gaspani) ha infatti svelato un grande segreto: la Tomba dei Giganti S’Ena e Thomes ha l’azimut astronomico di orientamento del suo asse, assolutamente identico a quelle della Tomba dei Giganti Goronna (a Paulilatino, in provincia di Oristano) e a quella di Baddu Pirastru (a Thiesi, in provincia di Sassari). Le tre Tombe dei Giganti, inoltre, sembrano essere orientate verso la stella Aldebaran, della costellazione dei Toro, informazione che non fa che infittire il mistero.

FONTE: Il mistero della Tomba dei Giganti di S’Ena e Thomes