JFK – Documenti rilasciati dal Governo USA dimostrano che il sindaco di Dallas era un asset della CIA al momento dell’assassinio di John Fitzgerald Kennedy.

Thumbnail for 2785050
JFK

Secondo il sito WhoWhatWhy, il Governo americano avrebbe rilasciato dei documenti storici riguardanti l’assassinio di John Fitzgerald Kennedy, in precedenza ritenuti privi di interesse, in base ai quali emergerebbe come il sindaco di Dallas, quando JFK fu ucciso in quella città, fosse un uomo della CIA.

Al momento dell’assassinio, era Sindaco di Dallas tale Earle Cabell, un uomo della CIA dal 1956 e fratello dell’ex vice direttore della Central Intelligence Charles P. Cabell.

Vale la pena notare che JFK respinse il direttore della CIA Allen Dulles nel mese di Novembre del 1961 e che il fratello di Earle Cabell lasciò la CIA il 31 gennaio del 1962, dopo che Kennedy lo costrinse a dimettersi. Sia Allen Dulles che Charles Cabell non prestavano più servizio per la CIA il 22 Novembre 1963, giorno dell’assassinio di JFK.

Earle Cabell, eletto sindaco di Dallas nel maggio 1961, ha curato le modalità di viaggio e corteo di Kennedy, portandolo attraverso Dealey Plaza, lungo un percorso che ha violato quasi tutte le regole standard per la sicurezza presidenziale – e in cui le garanzie normali, come le finestre di tenuta e l’immissione di tiratori scelti, sono state ignorate.

Il documento in questione, celato in tutti questi anni poiché “non creduto rilevante” per l’assassinio di JFK, solleva l’annosa questione di chi sia a decidere quali informazioni siano da ritenere importanti e quali no.
Fonte: whowhatwhy.org

Nico Forconi ControInformo.info

L’articolo JFK – Documenti rilasciati dal Governo USA dimostrano che il sindaco di Dallas era un asset della CIA al momento dell’assassinio di John Fitzgerald Kennedy. sembra essere il primo su Complottisti.

FONTE: JFK – Documenti rilasciati dal Governo USA dimostrano che il sindaco di Dallas era un asset della CIA al momento dell’assassinio di John Fitzgerald Kennedy.