L’Islam senza estremismo


Di Daniele Carmona

A volte le news sono piene di articoli riguardanti gruppi estremisti Musulmani che massacrano persone e commettono i più impensabili crimini nel nome dell’Islam. Un esempio attuale è l’ISIS.

Se domandi a delle persone del perché stiano commettendo azioni obiettivamente sbagliate e considerate come il comandamento di Dio, loro vi risponderanno che si stanno fidando di chi studia il la religione (studiosi) e che attraverso essi sono certi di ricevere i dettami di Dio.

Sulla base di tale fiducia che ripongono nei confronti dello studioso, essi considerano i suoi insegnamenti come dei diretti comandamenti di Dio e ne seguono ciecamente le sue istruzioni per rendere felice Dio. Ma questo metodo suona come se a venir meno, fosse l’esatto opposto del messaggio principale dell’Islam, ossia non seguire nessuno tranne Dio? Come è potuto accadere? Come ha fatto un messaggio così chiaro in origine ad essere contraddetto?

Nell’articolo “Credo vs Fiducia“, dimostriamo che in modo simile a tutte le religioni moderne, nell’attuale comprensione dell’Islam anche credere in Dio, è interpretato come del fidarsi di un “pacchetto religioso” predicato da studiosi locali. Dopo aver analizzato le radici di tali interpretazioni in tutte le religioni, l’articolo mostra che l’elemento chiave che legittima l’introduzione di fidarsi di studiosi nella pratica dell’Islam, considerando l’Hadith (raccolta di scritti che raccontano le parole e le gesta del profeta Maometto) come pilastro dell’Islam. L’Odierno Islam è attualmente mischiato con l’Hadith che è diventato così complicato da lasciare un Musulmano senza nessuna alternativa, ossia l’essere costretto a chiedere il parere di alcuni esperti dell’Hadith (o studiosi) e su “quello che dice l’Islam”.

Questa cieca obbedienza lascia campo libero all’estremismo: se lo studioso religioso è estremista, i seguaci ciechi applicheranno anch’essi l’estremismo in nome della religione.

Poi nel articolo “Islam senza Hadith“, elenchiamo i pro e i contro dell’esistenza del Hadith nell’attuale pratica Islamica, e dimostrando che, eliminando l’Hadith non solo noi non perdiamo nessuno dei valori islamici fondamentali, ma che ci viene data la possibilità di riscoprire il Semplice Islam, la religione che ci conduce al nulla, ma solo a ragionevoli, belle azioni. Nell’Islam Semplice, che è libero dalle complessità dell’Hadith, non c’è spazio per gli esperti di religione che istruiscono i loro ciechi seguaci a commettere crimini così efferati. Nell’articolo “Scopo“, abbiamo quindi rivisitato alcuni dei temi controversi del Corano, come la schiavitù e i diritti delle donne, ed osserviamo un Corano molto diverso da quello che gli studiosi hanno predicato per anni.

FONTE:http://simpleislam.weebly.com/scholar-en/scholar-it

FONTE: L’Islam senza estremismo