Scopri qual è il significato delle 10 bandiere più famose del mondo!

Thumbnail for 1636846
Wikimedia

Molti di noi conoscono le bandiere del mondo, ma non tutti ne conoscono il significato. Ogni stato è, infatti, molto legato ai colori della propria bandiera e lo stesso lo sono i cittadini, che la rispettano. Ma dietro ad ogni bandiera c’è una storia, e se alcune bandiere sono nate quasi “per caso”, e sono molto antiche, per altre non è così, anzi le storie sono molto particolari: in questa lista andiamo a spiegare il significato delle bandiere più famose del mondo.

10. La bandiera del Regno Unito

Anche se molti pensano si tratti della bandiera d’Inghilterra, in realtà questo è un errore perché l’Inghilterrà ha una bandiera diversa. Questa, che è quella più famosa, riguarda il Regno Unito e proviene dall’unione delle bandiere d’Inghilterra (bianca con una croce rossa al centro, la Croce di San Giorgio), di Scozia (blu con una X bianca al centro) e dell’Irlanda del Nord (come quella inglese solo che invece di avere una croce ha una X). L’unione di queste tre bandiere da la bandiera del Regno Unito, composta come il Regno stesso dagli stati che ne fanno parte.

9. La bandiera dell’Austria

La bandiera austriaca è una delle più vecchie in assoluto ancora oggi utilizzata, per cui la spiegazione del perché sia stata scelta è confusa tra la storia e il mito. La spiegazione classica vuole che Leopoldo V d’Austria, di ritorno vittorioso da una battaglia, avesse la sua tunica bianca intrisa di sangue (per cui completamente rossa). Togliendosi però la cintura, rimase sul vestito una striscia bianca incontaminata: sarebbe stata questa visione, della striscia bianca all’interno del rosso, a dare origine alla bandiera.

8. La bandiera degli Stati Uniti

Probabilmente questa bandiera non ha biaognondi spiegazioni, perché tutti conoscono la sua storia. La Bandiera a Stelle e Strisce è una delle bandiere il cui significato è più celebre: le tredici strisce rappresentano infatti le 13 colonie originali fondate dal momento della scoperta dell’America, mentre le 50 stelle stanno a simboleggiare ognuna uno stato dell’Unione, visto che (anche se potrebbe non sembrare) gli Stati Uniti sono un’unione, proprio come l’Unione Europea.

7. La bandiera della Francia

image

Molto simile alla nostra bandiera, la bandiera Francese come tutti ricordiamo dai libri di storia è nata direttamente dalla Rivoluzione Francese. Il rosso e il blu simboleggiano gli antichi colori presenti nello stemma della città di Parigi, mentre il bianco è il colore della casata Borbone, a cui appartenevano i re francesi in quegli anni. Sembra che l’ispirazione di questi colori per la bandiera derivi dal traditore più famoso della rivoluzione, Luigi XVI, che indossava una coccarda con questi colori poco prima della Presa della Bastiglia, durante la rivoluzione.

6. La bandiera della Germania

La bandiera tedesca, che ha tre strisce orizzontali di colore nero, rosso e oro, non ha origini ben chiare, perché potrebbe derivare sia dai colori del vecchio stemma del Sacro Romano Impero che, ipotesi più accreditata, dalle uniformi degli studenti universitari che combattevano Napoleone Bonaparte. È una bandiera usata ormai da più di due secoli, ma il suo utilizzo è stato interrotto in un momento ben preciso, quello in cui Hitler ascese al potere. Allora questa bandiera venne sostituita con i “vecchi colori” della germania bianco, rosso e nero, con la bandiera adottata che era rossa, con un cerchio bianco e la svastica nera al centro.

5. La bandiera dell’India

La bandiera indiana è una delle più recenti in assoluto, perché è stata adottata nella sua forma definitiva solamente dopo la seconda guerra mondiale. Ha tre strisce, che rappresentano rispettivamente il coraggio (arancione), la pace (bianco) e la prosperità (verde). In realtà questa è la rappresentazione ufficiale, perché sembra che la bandiera simboleggi la pace tra musulmani (verde) e popoli di lingua Hindi (arancione) che convivevano in India in passato. La ruota al centro era legata a Gandhi, ma oggi rappresenta un orologio, simbolo del progresso che non si ferma mai.

4. La bandiera del Giappone

La bandiera Giapponese simboleggia il sole che sorge, visto che il sole è stato sempre molto importante nella mitologia di questo paese. Molte leggende parlano del Sole, e in molti disegni dell’antichità se ne trovano delle riproduzioni, ma il primo ad utilizzarla come emblema fu un imperatore giapponese nel 1700. Da allora questa bandiera prese sempre più piede nella nazione, ma la particolarità è che la bandiera è ufficiale solamente dal 1999: prima, infatti, nonostante fosse utilizzata nessuno aveva mai pensato di sancirla come bandiera ufficiale in alcuna legge. Per cui il Giappone 20 anni fa non aveva una bandiera.

3. La bandiera della Spagna

Il significato dei colori della bandiera spagnola non è chiaro, perché questo paese, grande potenza navale nel passato, iniziò ad utilizzare questi colori durante le sue conquiste e così la bandiera, almeno per le strisce rosse e gialla, non è mai cambiata sostanzialmente. Ciò che è cambiato più volte è invece lo stemma centrale, l’ultima volta dopo la caduta di Franco nel 1977: lo stemma attuale rappresenta i quattro regni uniti che formano il paese, ovvero Castiglia, Aragona, León e Navarra. In basso è presente anche un melograno simbolo di Granada, mentre al centro è presente lo stemma dei Borbone.

2. La bandiera della Cina

La bandiera della Cina è una delle più recenti, ed è stata inventata nel 1949 dopo la presa di potere del comunismo in questo paese. Venne indetto un concorso dove moltissimi disegnatori proposero una loro versione della bandiera, e quella attuale ne uscì vincitrice quando Mao Zedong la issò su un’asta al termine del concorso. I colori sono quelli classici del comunismo, ovvero rosso e giallo, e la stella grande rappresenta il Partito Comunista Cinese. Le stelle più piccole rappresentano il popolo, anche se non ci sono interpretazioni ufficiali da questo punto di vista.

1. La bandiera dell’Italia

E terminiamo con il significato della nostra bandiera, significato che molti italiani non conoscono. Il tricolore è ben noto a tutti, anche se le sue origini non lo sono altrettanto. Il tricolore si ispira chiaramente alla bandiera francese, con il verde in sostituzione del blu; visto che gli ideali di libertà francese hanno ispirato anche gli italiani a voler unire il proprio regno, fu scelta una bandiera simile mettendo il verde perché colore della regione Lombardia, che per prima utilizzò la bandiera italiana in guerra. Dopo le vittorie, essendo la famiglia Savoia regnante ed avendo uno stemma azzurro, si cercò di inserire anche questo colore nella bandiera, che peró non ne fece mai parte; tuttavia alcuni accenni li abbiamo ancora oggi, come il colore dell’uniforme nazionale di calcio che, appunto, è ancora azzurra.

FONTE: Scopri qual è il significato delle 10 bandiere più famose del mondo!