TERRORISMO, SECONDO SAVIANO CÈ’ IL RISCHIO CHE L’ISIS STRINGA RAPPORTI CON LA CRIMINALITÀ ORGANIZZATA

Thumbnail for 1395240
Di Salvatore Santoru
Durante un’intervista con l’agenzia di stampa “Agi” concessa qualche giorno fa, il noto giornalista e scrittore Roberto Saviano ha sostenuto che c’è il rischio di possibili accordi tra i miliziani dell’ISIS e frange della criminalità organizzata. Saviano ha dichiarato che non c’è ancora nessuna valida certezza ma è alquanto sicuro che “quelli dell’Isis stanno vendendo ovunque qualsiasi cosa.è un business, non ha importanza a chi si venda”.
L’ipotesi formulata dall’autore di “Gomorra” è che i militanti del “Califfato” si starebbero finanziando anche attraverso il traffico di droga.
Traffico di droga che da diverso tempo vede alleate la criminalità organizzata e l’estremismo islamista, con gli islamisti radicali che lo utilizzano allo scopo di finanziare la jihad antioccidentale e si può ipotizzare anche per cercare di disintegrare e distruggere le società europee e occidentali “dall’interno”, diffondendo volutamente sostanze stupefacenti di bassa qualità.

FONTE: TERRORISMO, SECONDO SAVIANO CÈ’ IL RISCHIO CHE L’ISIS STRINGA RAPPORTI CON LA CRIMINALITÀ ORGANIZZATA