Un esperto di Economia, John Perkins: come la Grecia è stata vittima di ‘killer economici’

John-Perkins

John-Perkins

John Perkins è l’autore del libro Confessioni di un sicario dell’economia.

In questo libro ha descritto i modi con cui il Fondo monetario internazionale (FMI) e la Banca Mondiale in realtà costringono i paesi a prendere prestiti enormi sotto la promessa che la loro economia sarebbe rifiorita.

Invece, questi paesi diventano le vittime di un debito insostenibile .

In termini economici la parola “sicario” descrive una persona il cui compito è quello di riconoscere i paesi che potrebbero essere di interesse per una certa organizzazione e convincere i governi di questi paesi ad assumere un prestito enorme.

Lo scopo di questi prestiti è quello di consentire alle imprese che prestano i soldi di creare progetti di infrastrutture in quei paesi. Questi paesi diventano così vincolati dai debiti e poi il FMI agisce per conto della società che ha prestato i soldi e impone la politica di austerità nel paese. La Grecia è l’ultima vittima di un sicario economico.

La loro strategia di solito comporta la presentazione di programmi politici con previsioni di crescita eccessivamente ottimistiche che in verità non hanno alcuna applicazione nella realtà. Il risultato di tali investimenti può essere osservato inizialmente. Tuttavia, l’unico risultato è che ricchi diventano sempre più ricchi e i poveri sempre più poveri. Tali previsioni che mostrano la crescita economica servono a giustificare questi prestiti debilitanti.

I paesi che sono mirati da queste potenti organizzazioni sono ricchi di molte risorse come minerali e petrolio, la posizione strategica, un grande mercato, una manodopera a basso costo e molti altri.

Secondo Perkins, i paesi indebitati sono costretti ad adottare politiche che vendono i loro sistemi di aziende di servizi pubblici di proprietà pubblica, idrica e fognaria, scuole, sistemi di trasporto, anche i carceri, alle grandi multinazionali.

Il potere aziendale dietro tali organizzazioni controlla la politica degli Stati Uniti, in una certa misura in Cina e in tutto il mondo. Egli chiama questo potere corporativo la corporatocrazia.

Perkins vede la crisi della Grecia come un tipico esempio di bersaglio colpito economica dell’uomo. Purtroppo, la gente della Grecia sono ora costretti a pagare per gli errori dei loro funzionari. Le persone sono lasciate a credere che essi sono la colpa di tutto, che hanno fatto le scelte sbagliate, quando la verità è che sono stati guidati dai loro banchieri a fare le scelte sbagliate. Le persone sono sbagliate e le corporazioni hanno ragione.

E questo accade in tutto il mondo. La Grecia è solo l’ultimo esempio di questa cospirazione. Sulla base di Perkins, l’unica soluzione è quella di mettere la gente al lavoro e riabilitare l’economia invece di costringere politica di austerità dura sulla gente.

Le persone dovrebbero lottare per i propri diritti, dal momento che i presidenti possono essere presi giù da una pallottola, scandalo sessuale, scandalo della droga se si spingono troppo duro contro corporatocrazia. Il presidente è responsabile di un paese, ma lui è solo un uomo e che può essere preso in un secondo. Tuttavia, spetta al popolo per combattere.

Egli ha menzionato l’Islanda come esempio di paese in cui la gente ha votato contro il referendum per ripagare il loro debito. In aggiunta a questo, l’Islanda ha investito in programmi che mettono le persone di nuovo al lavoro e ora sta facendo molto bene economicamente rispetto al resto d’Europa. Il popolo islandese ha deciso di non accettare l’austerità. Invece hanno investito quei soldi nel mettere le persone al lavoro.

Uno dei modi per la Grecia per superare questa crisi è quello di superare l’28 per cento del tasso di disoccupazione. Il livello di occupazione deve essere aumentata in modo tale che il reddito disponibile è il backup e la gente può investire nel loro paese e in beni e servizi.

In conclusione, ha affermato che la gente della Grecia devono assumere la loro posizione e decidere di non pagare i debiti. Egli ha aggiunto che la gente della Grecia non dovrebbero accettare le critiche e l’austerità. La forza della classe media dovrebbe essere aumentato, la gente dovrebbe essere messo di nuovo al lavoro, al fine di ottenere il denaro che scorre in economia della Grecia. La gente della Grecia devono mostrare al mondo di essere guerrieri e leader nella democrazia come è ben documentato nella storia.

FONTE